Corpo di Polizia Metropolitana: nascita ed evoluzione

Aggiornamento
14/07/2020
Il Corpo di Polizia della Città Metropolitana di Napoli è stato istituito con deliberazione di Consiglio Provinciale n. 15 del 15.02.1999.

La Polizia Metropolitana di Napoli è un Corpo di Polizia ambientale specializzato. Un'entità organizzativa unitaria ed autonoma da altre strutture che - nel rispetto della normativa di settore in termini di compiti e funzioni oltre a tutto quanto attribuitole per legge - concorre alla conservazione, alla razionale gestione ed al miglioramento delle condizioni naturali (aria, acque, suolo e territorio in tutte le sue componenti), all’esistenza ed alla preservazione dei patrimoni genetici terrestri e marini, di tutte le specie animali e vegetali che in esso vivono allo stato naturale.

La Polizia Metropolitana:

  • espleta funzioni :
    • di polizia giudiziaria delegata e d’iniziativa;
    • polizia erariale d’iniziativa e/o delegata dalla Procura regionale della Corte dei Conti,
    • polizia stradale ambientale;
    • svolge attività di concorso alla tutela dell’ordine pubblico,
  • partecipa ai piani di controllo coordinato del territorio e alle operazioni interforze per la prevenzione dei crimini perpetrati ai danni dell’ambiente;
  • presta la propria specializzata attività a supporto e in concorso con i Corpi e i Servizi di Polizia nazionali e di altre Amministrazioni.
  • contribuisce alle attività di salvaguardia, tutela, valorizzazione, comunicazione ed educazione ambientale con proprie proposte ed azioni;
  • concorre alle attività di protezione civile;
  • nel contrasto al fenomeno dell'abbandono e dell'incendio dei rifiuti in strada è promotore della strategia operativa denominata "Action Day per la Terra dei Fuochi", che in funzione interforze costituisce oggetto di analisi e di sviluppo della Cabina di Regia, di cui la Polizia Metropolitana è parte, istituita presso la Prefettura di Napoli - Ufficio dell'Incaricato del Ministro per il fenomeno dei roghi in Campania.

Per migliorare le condizioni di salubrità della Regione e dell’intero territorio nazionale, sono stati stipulati diversi accordi di collaborazione con altre Amministrazioni. A titolo esemplificativo e non esaustivo, si elencano quelli di maggior rilevanza per la Polizia Metropolitana di Napoli:

  • Accordo di programma ai sensi dell’art. 15 della legge n. 241/90 tra la Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Napoli, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nola, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torre Annunziata e la Città Metropolitana di Napoli per lo svolgimento in collaborazione di attività di monitoraggio, tutela delle risorse ambientali, accertamento e repressione delle fattispecie illecite connesse, al Servizio Indagini Ambientali SIA, istituzione di presidi fissi/sezioni per lo svolgimento di funzioni di polizia giudiziaria presso le suddette sedi.
  • Accordo tra la Città Metropolitana di Napoli e la Corte dei Conti - Procura Regionale della Campania per l'esecuzione di deleghe attinenti notizie di danno afferenti tra l’altro alla materia edilizia, alla materia ambiente nonché alle attività connesse al ciclo dei rifiuti e alla bonifica.
  • Accordo per l'esercizio congiunto delle attività della Polizia Metropolitana di Napoli, della Polizia Provinciale di Caserta nel contrasto del fenomeno dell'abbandono ed incendio di rifiuti, sottoscritto dalla Città Metropolitana di Napoli, dalla Provincia di Caserta e dai Prefetti di Napoli e Caserta;
  • Accordo per l'esercizio congiunto delle attività di polizia giudiziaria ambientale della Polizia Metropolitana di Napoli e della Polizia Provinciale di Avellino, Benevento e Caserta;
  • Protocollo d'intesa tra la Città Metropolitana di Napoli e la Commissione parlamentare d'inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati per la cooperazione e lo scambio di informazioni relative alle attività di prevenzione e contrasto degli illeciti nel settore del ciclo dei rifiuti.

Il Corpo di Polizia Metropolitano è articolato in due Presidi territoriali (Nola e Pompei) e due Sezioni (Sezione Ambiente ed Edilizia e Sezione Gestione Operativa Stradale) che operano nel vasto territorio metropolitano costituito da 92 comuni e nei territori degli Enti con cui sono stati stipulati accordi di collaborazione e supporto. Si aggiungono quattro nuclei di polizia ambientale giudiziaria presso le Procure della Repubblica di Napoli, Napoli Nord, Nola e Torre Annunziata. Il Nucleo PG Terra dei fuochi – con capacità di proiezione ed interforze - è invece dedicato in via esclusiva al contrato del fenomeno “terra dei fuochi”. La Polizia Metropolitana collabora ed è parte del Servizio per le Indagini Ambientali istituito Presso la Procura Generale presso la Corte di appello di Napoli.