Città metropolitana di Napoli

2009 Sistemazione urbanistica del Parco Nord

Mappa delle aree di interesse Con determinazione n. 11081 del 24 settembre 2008 è stato aggiudicato al raggruppamento temporaneo di professionisti costituito dagli Arch. I. Giarletta, Ing. P. Faccio e Ing. R. Gerundo, il servizio di redazione dello Studio di fattibilità per la sistemazione urbanistica delle aree del Parco Nord previsto dal PTCP della Provincia di Napoli (estensione circa 1.000 Ha).

Lo studio ha per oggetto la realizzazione del Parco previsto dall'art. 26 delle Norme Tecniche di Attuazione del PTCP, costituito dalle aree libere residue esistenti nel territorio di nove comuni a nord di Napoli (Arzano, Cardito, Casandrino, Crispano, Frattamaggiore, Frattaminore, Grumo Nevano, Melito di Napoli, Sant'Antimo). Lo stesso PTCP attribuisce a tali aree, infatti, la funzione essenziale di riqualificazione e valorizzazione delle relazioni interne ai sistemi insediativi, attraverso le seguenti strategie:

  • mantenimento della discontinuità degli insediamenti urbani e produttivi;
  • reinterpretazione delle relazioni con le infrastrutture di collegamento;
  • ruolo multifunzionale che si identifica e si realizza con la valorizzazione dei residui valori del paesaggio agrario ed il recupero delle matrici storiche (centuriazioni, canalizzazioni);
  • sviluppo della fruizione sociale, configurando il Parco sia come dotazione territoriale, che amplia l'offerta di servizi per il tempo libero, sia come elemento che struttura ed organizza in sistema l'insieme di attrezzature e servizi collettivi di interesse sovracomunale dell'area.

In sostanza lo Studio, analizzando i termini per la creazione del Parco quale strumento di riqualificazione delle aree periurbane degradate, verifica le condizioni per la localizzazione e realizzazione di funzioni collettive di livello sovracomunale, in grado di soddisfare le carenze di standard esistenti rispetto alle quantità minime previste dalla normativa.