Città metropolitana di Napoli

2001 Difesa geomorfologica dalla erosione della costa continentale e di quella delle isole

Lo Studio di fattibilità sulla Difesa geomorfologica dalla erosione della costa continentale e di quella delle isole è finalizzato all'individuazione di interventi mirati alla difesa geomorfologica, al recupero ed alla sistemazione ambientale delle coste della provincia di Napoli, definito sia negli aspetti tecnici ed ambientali, sia in relazione alla sostenibilità economica e amministrativa. L'attività conoscitiva del sistema delle coste è stato, dunque, il primo passo per valutare proposte di intervento ed ha riguardato sostanzialmente l'analisi dei seguenti fattori:

  • caratteristiche della costa della Provincia di Napoli,
  • studi e progetti esistenti, in corso di esecuzione o in previsione, relativi sia ad opere di difesa della costa, sia alla realizzazione di nuove opere portuali ed approdi,
  • censimento sistematico, localizzazione e datazione dei dissesti verificatisi nelle aree demaniali marittime.

Erosione CosteL'analisi ha consentito di individuare un sistema geomorfologico estremamente ricco e variabile, dai colli vulcanici, dai crateri, dalle coltivazioni agricole a terrazze, dalla vegetazione tipica della macchia mediterranea e dai boschi, alla presenza di laghi e all'eccezionale linea di costa ora alta, ora sabbiosa o dunale, ora a strapiombo. In seguito a questa prima fase è stato possibile ottenere, quindi, una rappresentazione ragionata dello stato dei luoghi e dei programmi in atto nei diversi punti della costa fascia costiera, evidenziando le sue peculiarità paesaggistiche ed ambientali, vale a dire le principali caratteristiche della flora e della fauna, le aree di instabilità di frana, quelle soggette a fenomeni di erosione o di crollo.

Sulla base di tali informazioni lo Studio ha individuato le zone critiche oggetto di fenomeni erosivi - distinguendo le coste basse, le coste alte e la difesa dei cordoni dunari - ed ha prospettato le conseguenti azioni di intervento (anche alternative) in grado di eliminare o contenere tali processi, compatibilmente con il contesto paesaggistico-ambientale. In particolare sono stai presi in considerazione i principi dell'ingegneria naturalistica, di restauro del paesaggio e di rinaturalizzazione, valutandone la compatibilità e l'efficacia rispetto al tipo ed al livello di criticità. Infine sono stati individuati tratti di litorale che, pur non essendo soggetti a fenomeni erosivi, presentano condizioni morfologiche ed ambientali favorevoli a interventi di ripascimento, in grado di favorire lo sviluppo di attività imprenditoriali nel settore turistico-balneare.