Contenuto Web

Rendiconto 2018

Città Metropolitana di Napoli, il Consiglio approva PEG 2019-2021 e Rendiconto 2018


Nel corso della seduta tenutasi in data 29 maggio 2019 nell’aula consiliare del complesso monumentale di Santa Maria la Nova ed appena conclusasi, il Consiglio Metropolitano di Napoli ha approvato all’unanimità il Piano Esecutivo di Gestione 2019-2021 e lo Schema del Rendiconto della gestione per l’esercizio 2018 e dei relativi allegati.


Per quanto concerne il secondo atto, la gestione finanziaria dello scorso anno ha fatto registrare un risultato di amministrazione pari a € 756.303.662,49 (di cui cassa per 540 milioni di euro), “che costituisce – si legge nella relazione allegata - espressione di solidità finanziaria e di adeguata disponibilità di risorse, non necessitando, dunque, l’Ente di anticipazioni di tesoreria né di qualsiasi forma di indebitamento”.

“La situazione di sana ed equilibrata gestione finanziaria dell’ente, certificata altresì dal rispetto degli obiettivi di finanza pubblica”, è stata rilevata anche dal Collegio dei Revisori nella relazione al Rendiconto della gestione, nella quale viene evidenziata “la solidità finanziaria dell’Ente e lo stato di non deficitarietà strutturale”.   

L’avanzo di amministrazione 2018, al netto degli accantonamenti e dei vincoli effettuati nell’esercizio, risulta essere pari a 389 milioni di euro, corrispondente a circa il 51% del risultato conseguito.

“La tenuta finanziaria dell’Ente – ha affermato il Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris - acquista un valore significativo in un contesto in cui le manovre di finanza pubblica succedutesi a seguito della legge Delrio hanno prodotto un progressivo deterioramento delle finanze delle Province e, per quel che ci riguarda, delle Città Metropolitane”.

“Il contributo alla finanza pubblica richiesto in questi anni agli enti locali – ha spiegato de Magistris - sia attraverso misure di riduzione delle risorse finanziarie attribuite, sia mediante strumenti volti ad inasprire gli obiettivi di bilancio ad invarianza di risorse, quali il pareggio di bilancio, ha infatti eroso costantemente le risorse dell’Amministrazione destinate al finanziamento delle spese connesse alle funzioni fondamentali attribuite dalla legge”.

Nonostante tutto ciò – ha concluso il Sindaco de Magistris - siamo riusciti a recuperare e a consolidare la disponibilità di una cifra così consistente di avanzo libero di amministrazione che permette alla Città Metropolitana di dare attuazione alle spese di investimento previste nel Piano Strategico, in sinergia con i Comuni dell’area metropolitana, consentendo l’attuazione di un disegno di sviluppo complessivo di lungo periodo sotto il profilo economico e sociale della comunità metropolitana”.

A seguire, l’Aula ha dato il via libera al riconoscimento di legittimità di diversi debiti fuori bilancio.

In conclusione dei lavori, il Consiglio ha approvato un ordine del giorno, presentato dalla Consigliera Elena Coccia come prima firmataria, con il quale chiede al Presidente della Regione Campania di conoscere quali siano le reali intenzioni circa il futuro del complesso “Leonardo Bianchi” di Napoli, e impegna il Sindaco ad opporsi alla realizzazione di un nuovo centro commerciale nella struttura, nonché l’avvocatura della Città Metropolitana ad avviare immediatamente le procedure per la restituzione dei quadri dell’Ente in essa presenti, tra cui il famoso dipinto di Lionello Balestrieri, “Il pazzo e i savi”