Fragilità demografica

L’idea alla base della valutazione della potenziale fragilità demografica è rappresentata da un ambito territoriale comunale sarà potenzialmente tanto più fragile, quanto più la sua consistenza demografica tenderà a calare e la popolazione insediata tenderà ad invecchiare.

Per quanto riguarda la fragilità demografica (f.d.), sono stati presi in considerazione i seguenti tre indicatori:

  1. la variazione percentuale della popolazione residente nel quinquennio 2014-2018 valutata al 31 dicembre mediante la rilevazione al 1° gennaio nel periodo 2015-2019;

  2. il saldo naturale medio nel quinquennio 2014-2018 (differenza tra il numero di iscritti per nascita e il numero di cancellati per decesso dai registri anagrafici dei residenti);

  3. la percentuale di popolazione residente anziana con più di 80 anni rispetto al totale della popolazione residente al 31 dicembre (rilevata al 1 gennaio 2019).

A tali variabili è stato attribuito il medesimo peso e, pertanto, l’indicatore percentuale sintetico rappresentante la Fragilità Demografica è stato calcolato mediante una media aritmetica semplice delle tre suddette variabili demografiche.

Pertanto, si è provveduto a far corrispondere ai valori assunti dagli indicatori un punteggio da 0 a 100 (cioè rapportandoli in base 100) e successivamente operando una media aritmetica.