Scuole-lavori di manutenzione e messa a norma

Data Evento : 22/04/2021

CITTÀ METROPOLITANA; SCUOLA: FIRMATO ACCORDO QUADRO PER LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI


È stato sottoscritto l'accordo quadro con il quale si affidano alla ditta vincitrice dell'appalto l'esecuzione dei lavori relativi alla manutenzione degli impianti tecnologici degli edifici della Città Metropolitana di Napoli che ospitano Istituti scolastici.

Questo "Accordo Quadro" permetterà di intervenire in modo rapido per effettuare lavori di manutenzione e di messa a norma degli impianti tecnologici presenti in questi edifici.

I lavori riguarderanno gli impianti elettrici, di messa a terra e di protezione contro le scariche atmosferiche, quelli di distribuzione del gas, i sistemi antincendio, di rilevazione fumi, gli impianti idrici, telefonici, di trasmissione dati, di illuminazione interna ed esterna, gli impianti di climatizzazione, di areazione, nonché tutti ogni altro tipo di impianto tecnologico presente negli edifici scolastici che necessita di intervento.

Prevista, inoltre, la fornitura e la posa in opera di segnaletica di sicurezza interna, la realizzazione di murature, tramezzature, pavimentazioni e rivestimenti, oltre a interventi finalizzati al miglioramento della sicurezza e della salubrità dei luoghi di lavoro e di uso pubblico e all’ottenimento delle certificazioni di agibilità degli edifici, di risistemazione del verde, della viabilità interna e delle opere d’arte.

L'accordo quadro ha una durata di tre anni e il valore massimo dei lavori di manutenzione che potranno essere affidati per tutta la sua durata è pari a € 4.836.000,00 oltre Iva.

"La Città Metropolitana di Napoli – ha affermato il Sindaco de Magistris – continua il suo incessante lavoro di pianificazione e programmazione per garantire ai nostri studenti le migliori condizioni per la loro formazione. Tra i nostri obiettivi strategici figurano infatti ai primi posti la funzionalità e la sicurezza delle scuole superiori, tanto più importante in questo periodo, su tutto il territorio metropolitano".

Soddisfazione è stata espressa anche dal Consigliere Delegato alla Scuola e vice sindaco della Città Metropolitana, Domenico Marrazzo. "Con la sottoscrizione del 4 accordo quadro nell’arco di un mese sono già iniziati lavori per circa 20 milioni di euro riguardanti la manutenzione e la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Grazie sempre al lavoro dei tecnici e degli impiegati della Città Metropolitana che non si sono mai fermati durante questo periodo così complicato per tutti noi".




  • Condividi

Istituto Nautico di Piano di Sorrento: via alla ristrutturazione

Istituto Nautico di Piano di Sorrento: via alla ristrutturazione

Data Evento : 21/04/2021

Istituto Nautico di Piano di Sorrento, dalla Città Metropolitana via alla ristrutturazione per 900mila euro

Sottoscritto in data 21 aprile 2021 il contratto per l’affidamento dei lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento dell’Istituto "Nino Bixio".

Prevista, per la parte risalente al 1600, la sostituzione degli infissi, mentre per la parte nuova previste la restituzione all’uso scolastico di tutto il piano terra, la ristrutturazione del piano rialzato, l’isolamento termico del primo piano e della copertura. Sarà ristrutturato il laboratorio motori marini, sarà completata la rete antincendio e riqualificate le aree esterne.

La soddisfazione di de Magistris e Marrazzo.

Pronti a partire i lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento dell’Istituto Nautico "Nino Bixio" di Piano di Sorrento. È stato sottoscritto in data 21 aprile 2021 , infatti, nella sede di piazza Matteotti a Napoli, il contratto con cui la Città Metropolitana affida l’esecuzione delle opere alla ditta aggiudicataria della gara per un importo complessivo di 900mila euro.

Gli interventi previsti scaturiscono dall’improrogabile esigenza di restituire alla scuola alcuni ambienti, attualmente inagibili, necessari per lo svolgimento dell’attività didattica, e dovranno essere completati entro 18 mesi.

Il Nautico di Piano di Sorrento è composto da 4 corpi di fabbrica, con differenti date di costruzione e morfologia, per complessivi 4.500 metri quadrati coperti, articolati intorno a 2 cortili interni.

Il corpo principale, antico, in muratura di tufo, risale al XVII secolo e, nonostante i vari interventi di ristrutturazione e rimaneggiamento, mantiene ancora le linee essenziali di quella che un tempo era la struttura conventuale di Santa Teresa, con un chiostro racchiuso da arcate a tutto sesto, poggianti su pilastri in muratura di tufo lisci e intonacati.

Avendo oggi come scopo istituzionale la formazione dei futuri ufficiali di coperta e macchine di navi mercantili, l’Istituto è ricco di laboratori che permettono agli allievi di effettuare le esercitazioni pratiche che si svolgono sulle navi attraverso l’uso di moderne apparecchiature e sofisticati strumenti elettronici. Nella parte più alta dell'Istituto è sistemato, inoltre, l'osservatorio meteorologico, unico centro di elaborazione dati della Penisola Sorrentina.

Esso consta di apparecchiature all'avanguardia che consentono una didattica di grande qualità.

In particolare, i principali interventi riguardano, per la parte antica, la sostituzione degli infissi in legno degradati, mentre per la parte nuova sono previste la restituzione all’uso scolastico di tutto il piano terra, attualmente inagibile, la completa ristrutturazione interna del piano rialzato - per creare 3 aule e 3 laboratori - oltre all’isolamento termico del primo piano e della copertura.

Sarà ristrutturata la parte che ospita il laboratorio motori marini, mentre per tutti gli stabili sarà completata la rete antincendio.

Per le aree esterne previsti il risanamento delle pavimentazioni, la pulizia e lo smaltimento dei depositi di materiale di rifiuto, la ricostruzione delle parti crollate e l’installazione di sistemi per lo smaltimento delle acque meteoriche.

"Continua l’incessante lavoro della Città Metropolitana – ha affermato il Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris - per garantire il pieno esercizio del diritto allo studio delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi delle scuole superiori. In questi anni è stato messo in campo un impegno immenso e una quantità di risorse senza eguali dal dopo-terremoto, affinché i nostri giovani possano affrontare le sfide che la vita porrà loro di fronte con il massimo bagaglio di conoscenze disponibili".

"Quello sul Nautico di Piano di Sorrento è un intervento particolarmente importante", ha aggiunto il Vice Sindaco Metropolitano con delega alla Scuola, Domenico Marrazzo. "In primo luogo – ha spiegato - perché si tratta di un edificio storico, con alcune parti che risalgono addirittura al 1600, e quindi meritevole di straordinaria cura e attenzione, in secondo luogo perché è un istituto che nel corso della sua storia ha formato le eccellenze della marina italiana e internazionale, e deve continuare a farlo.

Basti vedere quanti comandanti di navi, quanti capitani, quante maestranze di comprovata eccellenza provenienti da questa scuola hanno salpato e continuano a salpare i mari di tutto il mondo a servizio della marina militare e delle più importanti compagnie di navigazione. È nostro dovere, quindi, consentire ai nostri giovani di formarsi in strutture all’avanguardia", ha concluso Marrazzo.




  • Condividi

S.P. n. 43 “Arco Felice” Via Cuma

Data Evento : 21/04/2021

Con Determinazione dirigenziale n. 2844 del 20/4/2021 presso la S.P. n. 43 "Arco Felice" (Via Cuma) nel Comune di Bacoli (NA). P.O.R. Campania F.E.S.R. 2014/2010 - Grande Progetto Risanamento ambientale e valorizzazione dei laghi dei Campi Flegrei - Intervento di realizzazione Impianti di sollevamento e condotte é stata prorogata  fino al 23 aprile la chiusura al transito veicolare già disposta dalla determinazione n.882 del 04/02/2021.




  • Condividi

Utilizzo palestre scolastiche

Data Evento : 20/04/2021

Si rende noto che con determinazione n.2775 del 19/04/2021  è stato approvato l' Avviso Pubblico per l'utilizzo in orario extra-scolastico delle palestre scolastiche di competenza della Città Metropolitana di Napoli, con il quale è stato indicato il termine per la presentazione delle istanze e per la trasmissione delle deliberazioni dei Consigli d'Istituto per l'anno scolastico 2021/2022




  • Condividi

Recovery Plan - NEXT GENERATION EU

Recovery Plan - NEXT GENERATION EU

Data Evento : 16/04/2021

La Città Metropolitana presenta progetti per 227 milioni di euro

“Oggi è un giorno importante perché testimonia la capacità della Città Metropolitana di cogliere al volo un’opportunità di rilancio vero per il territorio che difficilmente sarà offerta un’altra volta, ovvero quella di candidare, come enti locali e come ente metropolitano in particolare, progetti per il Recovery Plan per 227 milioni di euro. Se siamo riusciti, oggi, a prevedere questi progetti, nelle 72 ore che il Governo centrale ha concesso agli enti locali, è solo perché in questi anni in Città Metropolitana è stato fatto un grande lavoro di progettazione e di pianificazione dello sviluppo del territorio, grazie all’impulso del Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris, che ci ha consentito di farci trovare pronti per questo grande appuntamento”. Così il Vice Sindaco della Città Metropolitana, Domenico Marrazzo, che ha partecipato questa mattina alla presentazione Proposte progettuali del Comune di Napoli e della Città Metropolitana per il Recovery Plan tenutasi nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino e appena conclusasi.
“Si tratta – ha spiegato Marrazzo - di progetti inseriti nel Piano Strategico Metropolitano, che prevede interventi per un miliardo di euro per tutti i 92 comuni dell’area metropolitana non interamente coperti da fondi interni, per alcuni dei quali chiediamo quindi la compartecipazione del Governo attraverso il Recovery Plan. Questo dimostra la lungimiranza di avere sempre progetti esecutivi pronti per intercettare tutte le fonti di finanziamento che progressivamente si presentano”.
 
Gli 8 target
Gli interventi candidati dalla Città Metropolitana a finanziamento sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) sono stati declinati in 8 target, in coerenza con la proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio e con le Missioni del PNRR.
Dei 227 milioni complessivi, 80 milioni sono previsti per l'efficientamento del ciclo di gestione dei rifiuti, 71 per l'adeguamento sismico, l'efficientamento energetico e tecnologico delle scuole, 20 per la realizzazione e la valorizzazione di spazi pubblici aggregativi, di aree e strutture dedicate allo sport e alla cultura. Inoltre, la proposta metropolitana indica 22 milioni e mezzo per il miglioramento e la messa in sicurezza della rete viaria, 12 per la realizzazione di ciclovie e servizi per la mobilità dolce su scala metropolitana, 14 per la tutela e valorizzazione del verde urbano e periurbano, 4 milioni per il contrasto al dissesto idrogeologico e altri 4 per il recupero della funzionalità degli impianti di smaltimento e regimentazione delle acque reflue.
 
Ambiente, Reggia di Portici e scuole
In particolare, per la gestione dei rifiuti è previsto il revamping degli STIR attraverso l'implementazione tecnologica delle strutture di Giugliano e Tufino con 40 milioni ciascuno allo scopo di massimizzare l’efficienza di cernita delle frazioni recuperabili e minimizzare i flussi destinati fuori regione: a Tufino sono previsti l’ampliamento dell’impianto di compostaggio e trasformazione in digestore anerobico con una potenzialità di 35mila tonnellate all’anno e la realizzazione di un impianto di recupero di materia (IRM); a Giugliano prevista la creazione di un impianto di compostaggio e di un IRM della stessa portata, cui si aggiunge un impianto di selezione del vetro.
Tra gli altri, presentati un progetto di valorizzazione della Reggia e del Bosco monumentale di Portici per 8 milioni, uno per la videosorveglianza e il monitoraggio delle scuole per 8,5 e uno per la costruzione e l'ultimazione del Polo Scolastico in via Taverna del Ferro a San Giovanni a Teduccio, che prevede un costo complessivo di 30 milioni di euro




  • Condividi