Manifestazione di interesse

Data Evento : 30/07/2021





Stati generali della Cultura

Con il Convegno “La Cultura come Cura: Napoli Metropoli UNESCO e Porta del Mediterraneo di Cultura e Innovazione” Napoli non è stata solo la capitale mondiale dell’ambiente per il vertice dei Ministri di settore del G20, ovvero dei Paesi più industrializzati, ma anche la capitale della cultura.

A margine della manifestazione internazionale si sono svolti, infatti, nell’aula consiliare del Complesso monumentale di Santa Maria la Nova, quelli che possono essere definiti gli Stati Generali della Cultura non solo dell’area metropolitana, ma dell’intero Mezzogiorno d’Italia.

Nel chiostro si sono alternati gli attori principali di un segmento che ha vissuto momenti difficili in quest’ultimo anno e mezzo ma che ora è pronto a rilanciarsi in maniera veemente, grazie anche al lavoro, spesso a fari spenti, svolto da istituzioni come la Città Metropolitana di Napoli, che ha continuato a programmare e a costruire reti, a ‘fare comunità’ per uno sviluppo armonico e condiviso del territorio.

La due giorni ha preso le mosse le mosse proprio dal percorso compiuto in questi anni dalla Città Metropolitana - sotto la guida del Sindaco, Luigi de Magistris, e con l’impulso della Consigliera Delegata, Elena Coccia - che ha indirizzato la sua strategia sulla consapevolezza che l’area metropolitana partenopea non è solo Pompei, ma è un inesauribile scrigno di tesori, molti dei quali non ancora conosciuti e valorizzati ma non per questo di minor pregio. Tesori nascosti che sono stati legati a quelli più noti, a quelli ad esempio già riconosciuti come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, attraverso 50 itinerari metropolitani sviluppati su base tematica, geografica, antropologica.

Sono stati così recuperati, valorizzati e portati alla ribalta, anche nei più prestigiosi saloni internazionali di settore, luoghi come la Fescina di Quarto o il sito archeologico di Liternum, il Parco Sommerso della Gaiola e le Scale di Napoli, il Cammino dei Teatri antichi, il Sentiero degli Dei sui monti Lattari, il parco archeologico-fluviale di Longola a Poggiomarino, il sistema delle residenze borboniche, e tanti, tanti altri.

Un percorso che si è rivelato vincente, e che è culminato con la scelta di Procida come Capitale italiana della Cultura 2022, la cui candidatura fu annunciata e presentata per la prima volta proprio in Città Metropolitana.





Piano Urbano della Mobilità Sostenibile

Data Evento : 30/07/2021

AFFIDATO IL SERVIZIO PER LA REDAZIONE DEL PIANO URBANO DELLA MOBILITA’ SOSTENIBILE.

E’ stato firmato il contratto per l’affidamento del servizio di redazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) della Città Metropolitana di Napoli e delle attività connesse di partecipazione, comunicazione, e monitoraggio e di Valutazione Ambientale Strategica (VAS). 

L’incarico è stato conferito ad un Raggruppamento Temporaneo d’Imprese.

La Città Metropolitana di Napoli, attraverso il PUMS che costituisce attuazione del proprio Piano Strategico, intende migliorare la qualità della vita della comunità metropolitana e sviluppare una visione di sistema della mobilità urbana integrata con l’assetto urbanistico territoriale dell’intera area metropolitana, proponendo il raggiungimento di obiettivi condivisi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica attraverso azioni orientate all’efficienza e all’efficacia del sistema della mobilità, alla promozione di un servizio di trasporto pubblico accessibile e sicuro e alla razionalizzazione del sistema del trasporto merci, favorendo la connessione e l’intreccio della rete della mobilità con la rete ecologica e la rete tecnologica, così da assicurare lo sviluppo di un contesto urbano ad elevata qualità ambientale e una ridotta esposizione ai rischi della salute.

La Città Metropolitana di Napoli ha avviato il percorso finalizzato alla redazione del PUMS pervenendo alla definizione del Documento di indirizzi e orientamento per la predisposizione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile della Città Metropolitana di Napoli - Napoli Metropolitan SUMP Guidelines già approvato dal Consiglio metropolitano lo scorso 12 ottobre.

Il Piano della Mobilità Urbana Sostenibile della Città Metropolitana di Napoli dovrà prevedere l’implementazione e la connessione delle infrastrutture della mobilità, in particolare su ferro (linee metropolitane e tramviarie), e la promozione della mobilità dolce attraverso l'intreccio delle principali direttrici della mobilità e dei suoi nodi strategici con le aree verdi ed alberate, e la connessione organica di aree pedonali comunali con i grandi parchi metropolitani e i poli di maggiore attrazione culturale (e per il tempo libero).

L’idea è quella di ricucire il territorio metropolitano con una trama verde, leggera ed adattabile, elastica e implementabile, su cui si intrecciano:

  •  la promozione della ciclomobilità, anche come strumento per la valorizzazione culturale e turistica
  •  la razionalizzazione della mobilità turistica, con particolare attenzione agli accessi nei centri storici o nelle aree di particolare sensibilità ambientale
  •  la connessione tra i sistemi della mobilità dolce (pedonale, ciclabile e meccanica - scale mobili/ascensori, etc) e i gli hub del TPL, in un contesto di aree verdi ed alberate al fine diconseguire un elevato grado di appetibilità della mobilità attiva la mitigazione degli impatti delle grandi infrastrutture di trasporto
  •  l'utilizzo di sistemi tecnologici avanzati che favoriscano il coinvolgimento dei cittadini econseguentemente consentano una maggiore predisposizione all'uso del TPL
  •  la razionalizzazione del sistema della logistica su scala metropolitana
  •  l'implementazione e la connessione dei sistemi di trasporto pubblico su ferro
  •  la promozione della cultura della mobilità rispettosa.

La redazione del Piano prevede una integrazione tra quello metropolitano e quello del Comune capoluogo con il quale la Città Metropolitana ha già sottoscritto un Protocollo d’intesa.

Tra le varie fasi previste dal crono programma vi è quella della definizione di un modello di simulazione che consenta la valutazione delle diverse alternative di piano, a piccola e a grande scala, sviluppato con un software che operi in macro e in micro simulazione dinamica.

Il modello di simulazione dovrà consentire la definizione dello scenario base riferito alla situazione attuale, un primo scenario di piano riferito all’evoluzione tendenziale della domanda e dell’offerta, al completamento delle opere in corso, alla realizzazione delle infrastrutture di trasporto non esistenti ma già finanziate, per le quali si prevede il completamento nell’arco temporale massimo del PUMS (2020 -2030).


Grande importanza ha anche l’avvio di un processo informativo, comunicativo e partecipativo che dovrà accompagnare tutta le fasi di realizzazione del  PUMS metropolitano e che dovrà essere condiviso con la Città metropolitana, in particolare con l'Ufficio Piano strategico metropolitano e con l'Ufficio Stampa, garantendo la presenza ai momenti di confronto con gli organi rappresentativi, con le diverse amministrazioni e figure istituzionali, con la cittadinanza e con tutti i portatori di interesse.

I termini per l'espletamento dell’incarico sono fissati in n. 20 mesi a decorrere dalla data di avvio dell’esecuzione del contratto e, comunque, fino alla definitiva approvazione del PUMS.

Si tratta di un importante atto che consentirà la redazione di uno strumento decisivo per ridisegnare la mappa della mobilità dell’intera Area Metropolitana.

Lo ha affermato il sindaco metropolitano, Luigi de Magistris. Realizzare una mobilità che sia allo stesso tempo efficiente/funzionale e sostenibile nel suo impatto con il territorio – ha aggiunto de Magistris – rappresenta l’obiettivo a cui abbiamo lavorato in questi anni e deve divenire il fulcro del prossimo Piano Urbano della Mobilità Sostenibile che la Città Metropolitana di Napoli si avvia a definire.

 





Scuola: stanziati 34 milioni

Scuola: stanziati 34 milioni

Data Evento : 26/07/2021

 Stanziamento di 34 milioni di euro per la manutenzione di edifici scolastici.

Il primo cittadino metropolitano ha approvato in data 23 luglio 2021,   una delibera che prevede l'applicazione di una parte dell’avanzo di amministrazione libero, pari a 33 milioni e 740mila euro, per il finanziamento di interventi di ristrutturazione, manutenzione straordinaria, adeguamento, di vari edifici scolastici di competenza della Città Metropolitana di Napoli.

Sei milioni e 400mila vanno al Gentileschi di Agnano e per un accordo quadro per la manutenzione di vari edifici, mentre 27,3 sono destinati a finanziare 21 interventi in tutta l'area metropolitana.

Il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris, ha approvato in data 23 luglio 2021,  una delibera che prevede l'applicazione di una parte dell’avanzo di amministrazione libero, pari a 33 milioni e 740mila euro, per il finanziamento di interventi di ristrutturazione, manutenzione straordinaria, adeguamento, di vari edifici scolastici di competenza della Città Metropolitana di Napoli.

In particolare, 6 milioni e 400mila euro sono destinati ai lavori di adeguamento impiantistico, eliminazione delle barriere architettoniche ed efficientamento energetico dell’I.S. A. Gentileschi di Via Nuova Agnano a Napoli (importo complessivo un milione e 200 mila), e al finanziamento dell'Accordo quadro per la manutenzione straordinaria di vari edifici scolastici di competenza dell'Ente (5 milioni e 200mila).

Altri 27 milioni e 140mila euro vanno, invece, per il finanziamento di 21 nuovi interventi di ristrutturazione, manutenzione straordinaria, adeguamento, dei seguenti plessi scolastici:

  • 1 - LAVORI DI ADEGUAMENTO STRUTTURALE ED ANTISISMICO LICEO DE BOTTIS DI TORRE DEL GRECO PER € 2.262.625,78
  • 2 - ACCORDO QUADRO BIENNALE LAVORI DI ADEGUAMENTO E MANUTENZIONE STRAORDINARIA IMPIANTI DI TRATTAMENTO ARIA E VRF A SERVIZIO DEGLI EDIFICI SCOLASTICI DI COMPETENZA PER € 5.400.000,00
  • 3 - ACCORDO QUADRO BIENNALE LAVORI DI ADEGUAMENTO CABINE ELETTRICHE DI MEDIA TENSIONE A SERVIZIO DEGLI EDIFICI SCOLASTICI DI COMPETENZA PER € 2.000.000,00
  • 4 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRATEGICA E ADEGUAMENTO IS CONVITTO NAZIONALE VITTORIO EMANUELE II NAPOLI - I lotto € 1.500.000,00
  • 5 - LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE IS "ROSMINI" IN PALMA CAMPANIA € 1.185.000,00
  • 6 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E ADEGUAMENTO ITN DUCA DEGLI ABRUZZI NAPOLI € 1.000.000,00
  • 7 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E ADEGUAMENTO DUCA DI BUONVICINO CENTRALE NAPOLI € 400.000,00
  • 8 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E ADEGUAMENTO PASCAL CENTRALE IN POMPEI € 600.000,00
  • 9 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E ADEGUAMENTO L.C. "UMBERTO I°" IN NAPOLI € 800.000,00
  • 10 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E ADEGUAMENTO IS "MARGHERITA DI SAVOIA" IN NAPOLI € 1.000.000,00
  • 11 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E ADEGUAMENTO ISIS "DE MEDICI" SUCCURSALE DI OTTAVIANO € 800.000,00
  • 12 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E ADEGUAMENTO IPAM "COLOMBO" CENTRALE DI TORRE DEL GRECO € 1.300.000,00
  • 13 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E ADEGUAMENTO LEVI CENTRALE IN PORTICI € 500.000,00
  • 14 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E ADEGUAMENTO IS GALIANI IN NAPOLI € 600.000,00
  • 15 - LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE IS "SERENI IN AFRAGOLA € 500.000,00
  • 16 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA IS VIRGILIO - POZZUOLI € 600.000,00
  • 17 - LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE IS "PERTINI" IN AFRAGOLA € 1.040.000,00
  • 18 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA PANSINI (VIA ARNO) NAPOLI € 524.000,00
  • 19 - LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE IPIA SANNINO (via de Meis) NAPOLI € 1.185.000,00
  • 20 - LAVORI DI ADEGUAMENTO ISIS BERNINI CENTRALE IN NAPOLI € 1.200.000,00
  • 21 - LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA IS DE NICOLA NAPOLI € 2.750.000,00

La Città Metropolitana di Napoli – ha affermato il Sindaco de Magistris – continua e continuerà, fino all'ultimo giorno in cui sarò Sindaco, l'incessante lavoro, portato avanti dal 2015 ad oggi, di pianificazione, programmazione ma soprattutto di finanziamento nel settore dell'edilizia scolastica di propria competenza al fine di garantire ai nostri studenti le migliori condizioni per la loro formazione. Tra i nostri obiettivi strategici figurano infatti ai primi posti la funzionalità e la sicurezza delle scuole superiori, tanto più importante in questo periodo, su tutto il territorio metropolitano. in questi anni abbiamo messo in campo il più grande investimento sulla scuola dal dopo terremoto, e i fondi che stiamo stanziando in questi giorni ne costituiscono l'ennesima dimostrazione.

Soddisfazione è stata espressa anche dal Vice Sindaco della Città Metropolitana con delegato alla Scuola, Domenico Marrazzo: Con l'amministrazione guidata dal Sindaco de Magistris è stato fatto davvero un grande lavoro, in questi anni, che ci ha consentito di raggiungere davvero risultati straordinari. Se si guarda alle condizioni in cui abbiamo ricevuto il patrimonio scolastico, e a quelle in cui ci accingiamo a lasciarlo alla prossima amministrazione, si potrà notare dell'enorme salto di qualità che è stato compiuto. E tutto a beneficio dei nostri studenti, che possono ora davvero contare su strutture moderne, funzionali e tecnologicamente avanzate. Senza parlare della grande riduzione dei fitti passivi che abbiamo realizzato. Per tutto questo voglio dire sempre grazie ai tecnici e ai funzionari della Città Metropolitana, che non si sono mai fermati nemmeno durante questo periodo così complicato per tutti noi.


 

 





S.P.155 Testaccio - Maronti in Barano d'Ischia

S.P.155 Testaccio - Maronti in Barano d'Ischia

Data Evento : 26/07/2021

ISCHIA: stanziati i fondi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza del piano viabile e dei marciapiedi della S.P. 155 Testaccio - Maronti in Barano d'Ischia.

Il sindaco metropolitano Luigi de Magistris ha, con propria delibera, approvato il Progetto di fattibilità tecnica ed economica dei lavori di miglioramento delle condizioni di sicurezza del piano viabile e dei marciapiedi della S.P. 155 Testaccio-Maronti in Barano d'Ischia. Importo complessivo stanziato è di  € 3.120.000,00


Grazie all’utilizzo dell’avanzo di amministrazione libero, su proposta della direzione Gestione Tecnica Strade e Viabilità, il Sindaco Metropolitano Luigi de Magistris, ha approvato gli atti tecnici che consentiranno il finanziamento destinato al progetto specifico per la SP 155 Testaccio/Maronti, in Barano d’Ischia, di proprietà della Città Metropolitana di Napoli.

Si tratta di un'arteria che riveste una notevole importanza, in quanto risulta essere l'unico collegamento viario, attraverso la frazione Testaccio del comune di Barano d'Ischia, alla zona dei Maronti e relativa spiaggia. I lavori garantiranno il miglioramento delle condizioni di sicurezza del piano viabile e dei marciapiedi della S.P. 155. Importo complessivo stanziato € 3.120.000,00.

“Questo di oggi è un importante intervento in un'area strategica per il rilancio del comparto turistico e dell'intera economia dell'area metropolitana di Napoli - ha affermato il sindaco metropolitano Luigi de Magistris - ed è un nuovo tassello del grande impegno dalla Città Metropolitana per migliorare le condizioni di sicurezza dell'intera rete viaria gestita dall'Amministrazione Metropolitana di Napoli". Il consigliere metropolitano, delegato alle strade Raffaele Cacciapuoti ha invece rivolto un ringraziamento alle strutture tecniche e amministrative della Città Metropolitana di Napoli per il lavoro svolto anche in questo anno particolarmente difficile