Città metropolitana di Napoli

Casandrino (NA) – Impianto di Autolavaggio sequestrato

Data Evento : 26 marzo 2015 15.52

Polizia Provinciale – Sezione Ambiente 26 Marzo 2015 Denuncia e sequestro per il titolare di un autolavaggio che esercitava senza le prescritte autorizzazioni allo scarico in pubblica fognatura. Gli operatori della Sezione Ambiente hanno sequestrato l'impianto di autolavaggio al fine di impedire il protrarsi del reato.



Acquisto e diffusione di defibrillatori

l sindaco metropolitano, Luigi de Magistris ha approvato oggi una variazione di bilancio che permetterà assieme ai Comuni dell’Area Metropolitana di Napoli una più capillare attività di prevenzione della morte per arresto cardiaco attraverso l’acquisto e la diffusione di defibrillatori.

A questo proposito nei mesi scorsi si è provveduto a sollecitare i Comuni circa la disponibilità a partecipare a questo progetto di tutela della salute dei cittadini.

La proposta è stata accolta con favore da 76 Comuni su 92.

I defibrillatori, su indicazione degli stessi Comuni saranno installati nei luoghi di maggiore affluenza della cittadinanza: le case comunali, le aree di mercato, gli istituti scolastici, le isole ecologiche etc.,  in modo da coprire una platea la più ampia possibile.

La Città Metropolitana sottoscriverà degli accordi di collaborazione con i Comuni  per la realizzazione di questa attività di tutela della salute con l’obiettivo comune di fornire gratuitamente servizi i a favore della collettività.

Questi accordi stabiliranno le modalità di erogazione del trasferimento corrispondente al costo del defibrillatore e disciplinerà gli obblighi reciproci in merito alle forme di pubblicità ritenute più idonee per la diffusione e la conoscenza del servizio.

In Italia le malattie cardiovascolari sono la causa di oltre il 41% dei decessi mentre le morti cardiache improvvise, in cui il decesso avviene entro un’ora dall’insorgenza dei sintomi, colpiscono ogni anno tra i 45.000 e i 60.000 italiani. I fattori che incidono positivamente sulle probabilità di sopravvivenza delle vittime  sono strettamente dipendenti dalla rapidità con cui si interviene. Uno strumento utile per ridurre i tempi  è dato dalla disponibilità e dall’’uso del defibrillatore: infatti esso è in grado di riconoscere la fibrillazione ventricolare e, con uno shock elettrico, di interromperla.

Si prevede di mettere a disposizione dei Comuni circa 362 defibrillatori per una spesa di € 662.460,00 IVA compresa;

“Sono felice – ha affermato il Consigliere Delagato Nicola Pirozzi - di questo importante obiettivo raggiunto grazie all’impegno intenso profuso in collaborazione con gli uffici della Città Metropolitana. I defibrillatori salvano vite, rafforzano la sicurezza sui luoghi di lavoro, contribuiscono ad alzare il livello di garanzia per tutti gli uomini e le donne che svolgono il loro ruolo in luoghi pubblici. Ringrazio tutti quanti hanno lavorato al risultato che ancora una volta conferma la vocazione della Città Metropolitana al rispetto dei lavoro e dei lavoratori”.





Vertenza Whirlpool: Invito del Sindaco metropolitano

Data Evento : 29/10/2018

WHIRLPOOL 

DE MAGISTRIS A FIANCO DEI LAVORATORI

INVITA I SINDACI DELL’AREA METROPOLITANA A SOSTENERE LA MANIFESTAZIONE DEL 31 OTTOBRE


Il sindaco metropolitano, Luigi de Magistris ha invitato tutti i sindaci dell’Area Metropolitana di Napoli a sostenere la manifestazione indetta dai sindacati per giovedì 31 ottobre a sostegno della lotta dei lavoratori della  Whirpool di Napoli contro la chiusura dello stabilimento di via Argine.

Lo ha fatto inviando ai primi cittadini una lettera in cui spiega le ragioni della lotta dei lavoratori e la necessità di sostenerla.

Obiettivi dello sciopero – afferma nella lettera - sono la permanenza dello stabilimento e dell'attività a Napoli, la difesa dell'occupazione, la necessità che il Mezzogiorno sia luogo di investimenti industriali e di occupazione. Temi da sempre ampiamente sostenuti da ciascuno di noi.

Ho sentito l'esigenza – prosegue -  di richiamare la vostra attenzione per il ruolo fondamentale che ognuno di voi svolge e perché il solo fatto che ben trent'anni ci separano da un'analoga mobilitazione la dice lunga sulla drammaticità della situazione.

Per quanto mi riguarda ritengo necessario dare sostegno allo sciopero con un apposito comunicato, garantire la presenza del gonfalone e partecipare alla manifestazione.

Mi auguro – conclude de Magistris - che ognuno di voi, nelle forme che riterrà opportune, vorrà assicurare il proprio sostegno a questa importante iniziativa.

 

 





Piano Territoriale Metropolitano

Data Evento : 11/11/2019

AVVIATO IL PROCESSO DI DEFINIZIONE DEL PIANO TERRITORIALE METROPOLITANO, DE MAGISTRIS: “GARANTIREMO LA PIU’ AMPIA TUTELA DEL TERRITORIO"

La Città Metropolitana di Napoli, in relazione alle strategie ed indirizzi politici e programmatici trasposti anche nel redigendo Piano Strategico – di cui risultano definiti Direttrici, Assi e Azioni nella deliberazione del Consiglio Metropolitano n. 175/2019 – ha avviato, con propria deliberazione sindacale la definizione del Piano Territoriale Metropolitano (PTM) quale nuovo strumento di pianificazione di area vasta, introdotto nella normativa di governo del territorio con L.R. n. 26/2018.

L’atto è anche frutto del lavoro svolto nell’ambito della Conferenza Permanente di Pianificazione avviata nel maggio 2018 con la Regione Campania e finalizzata al raggiungimento dell’intesa istituzionale sul PTM.


Le strategie e contenuti del PTM saranno definiti in coerenza con l’Asse b.1 “Consumo di suolo Zero” del redigendo Piano Strategico.

“L’Amministrazione Metropolitana - ha dichiarato il Sindaco Luigi de Magistris - nel rispetto della nuova normativa in materia, ha inteso con tale atto garantire la più ampia tutela del territorio col proposito di affrontare in maniera organica e programmata le  scelte di pianificazione e trasformazione nell’ambito del nuovo piano.

I principi della vecchia Proposta di PTC, per quanto attuali e coerenti con le linee di indirizzo del Piano Strategico, continuano a costituire il riferimento per la verifica di coerenza dei piani locali (PUC), nelle more della definizione del nuovo strumento di governo del territorio”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal Consigliere delegato all'urbanista Giuseppe Jossa che ha ricordato come "La concertazione e la proficua collaborazione istituzionale sta portando l'Ente di Piazza Matteotti a raggiungere risultati straordinari in termini di tutela e rilancio del territorio". 





Lavori di eliminazione delle barriere architettoniche

Lavori di eliminazione delle barriere architettoniche

Data Evento : 04/11/2019

SCUOLE

IL SINDACO METROPOLITANO APPROVA IL PROGETTO ESECUTIVO PER I LAVORI DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE ED EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELL’I.S. “A.GENTILESCHI” DI NAPOLI

Il sindaco metropolitano, Luigi de Magistris ha approvato in data 31 ottobre 2019  il progetto esecutivo relativo ai lavori di adeguamento impiantistico, eliminazione delle barriere architettoniche ed efficientamento energetico dell’I..S. “A.Gentileschi” di via Nuova Agnano, Napoli.

La sede dell'Istituto Superiore"Artemisia Gentileschi" é in Via Nuova Agnano 30 a Napoli.  L'edificio fa parte di un complesso edilizio che comprende anche un asilo nido, una scuola elementare ed una scuola media inferiore,

Vale la pena di sottolineare che tutto il complesso scolastico è stato progettato da Luigi Cosenza, autore di famosi edifici come la facoltà di ingegneria di Napoli, il padiglione Albania nella Mostra d’Oltremare e soprattutto il complesso produttivo dell’Olivetti a Pozzuoli.

La qualità del disegno e le soluzioni tecnologiche ancora oggi all’avanguardia testimoniano della giusta fama e competenza dell’autore e rappresentano un patrimonio da salvaguardare e lasciare intatto alle future generazioni.

La Città Metropolitana di Napoli, ha già realizzato un intervento di manutenzione straordinaria sull’edificio per la sostituzione degli infissi esterni e il rifacimento degli intonaci delle facciate. L’intervento ha permesso di recuperare le originarie caratteristiche estetiche delle facciate compromesse da interventi precedenti che ne avevano fortemente alterato l’aspetto.

Questi nuovi interventi saranno rivolti a migliorare le condizioni all’interno degli edifici.

Per garantire maggiore confort ed una migliore condizione igienico-sanitaria, si procederà al rifacimento integrale dell'impianto di climatizzazione, cambiandone la concezione ed optando per un impianto a termosifoni, che offre maggiori garanzie sanitarie e al contempo comporta minori oneri manutentivi.

Una parte importante dal progetto è quella alcuni degli interventi tesi ad eliminare barriere architettoniche e a rendere meglio fruibili gli spazi e i servizi dell'edificio. In particolare è prevista la sostituzione di tutti gli infissi interni con porte a battente.. Le maniglie saranno del tipo pesante in alluminio.

È prevista anche la realizzazione di un nuovo servizio igienico con annesso spogliatoio al primo piano, nei pressi della sala professori, che sarà destinato al servizio del personale dipendente dell'Istituto.

È previsto il rifacimento dell’impermeabilizzazione (che presenta tutti i segni della vetustà e del masso delle pendenze di tutti i corpi di fabbrica. Il nuovo massetto delle pendenze avrà buone caratteristiche di isolamento termico e pertanto sarà realizzato con inerti di vermiculite espansa che, dato l’alto indice dei vuoti, conferisce al prodotto finale un alto potere isolante e un basso peso specifico.

Per la realizzazione del progetto è prevista una spesa complessiva di € 1.199.238,85





Vesevus de Gustibus. Ercolano celebra la sua identità

Vesevus de Gustibus. Ercolano celebra la sua identità

 

La città di Ercolano omaggia la propria identità storico, musicale e artistica nella terza tappa della seconda edizione di “Vesevus de Gustibus – le arti, i sapori, le tradizioni”, l’iniziativa promossa dalla Città Metropolitana di Napoli con il Parco Nazionale del Vesuvio, il Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli, i comuni del Parco Nazionale del Vesuvio, la Fondazione Cives che gestisce il Museo archeologico virtuale e gli istituti alberghieri dell’area vesuviana.

Appuntamento sabato 9 novembre 2019 a partire dalle ore 18.00 presso il teatro del MAV – Museo Archeologico Virtuale di Ercolano. Protagonisti della serata saranno gli alunni del Liceo Musicale “Margherita di Savoia” di Napoli e quelli dell’Istituto “Tilgher” di Ercolano. Come di consuetudine ci sarà un giusto mix tra musica e degustazioni. I ragazzi del liceo musicale partenopeo si esibiranno, infatti, in una serie di performance musicali, mentre la serata sarà conclusa dalla degustazione a cura dei ragazzi del Tilgher che condurranno gli ospiti in una serie di assaggi dei prodotti tipici del vesuviano.

“L’appuntamento di Ercolano assume un significato ancora maggiore per Vesevus De Gustibus. All’azione di promozione e rilancio non solo del territorio e delle sue eccellenza gastronomiche che vede il coinvolgimento degli alunni degli istituti alberghieri e musicali, protagonista sarà anche la “settima arte” con la proiezione del documentario che racconta uno spaccato importante dell’identità ercolanese e vesuviana. Insomma una serata da non perdere” – spiega il consigliere delegato al Parco del Vesuvio e promotore del progetto, Michele Maddaloni.

La serata sarà, quindi, impreziosita anche dalla proiezione, per la prima volta ad Ercolano, e premiazione del documentario “Il principe delle pezze”, realizzato dal giovane regista Alessandro Di Ronza, che offre un nuovo ritratto della storia del cinema nostrano e sul mondo dei costumisti italiani. La scelta del documentario è da ricercare nell’ottica delle azioni di promozione e valorizzazione di un mercato, quello del vintage, conosciuto in tutto il mondo, del know-how, della sua storia e dell’antica e nobile tradizione commerciale che si tramanda, il più delle volte, da padre in figlio.

Nel film documentario la storia di Catello, un “pezzaro”, ovvero di un rivenditore di un commerciante di abiti usati del mercato del Vintage di Ercolano, che sogna di diventare costumista e delle sue pezze, che prendono vita e diventano costumi sui set internazionali, e del Mercato di Resina, storico mercato del vintage, che negli ultimi anni sta vivendo un timido periodo di ripresa commerciale. Per l’occasione saranno presenti in sala il regista Alessandro Di Ronza, il produttore Francesco Dainotti e il protagonista Catello Russo.

L’ingresso è gratuito, fino a esaurimento posti.