Direzione Pianificazione strategica e politiche Comunitarie

Data di pubblicazione:
04 nov 2016 - 00:00:00
Aggiornamento
25/06/2020

DIREZIONE PIANIFICAZIONE STRATEGICA e POLITICHE COMUNITARIE
Dirigente: dott.ssa Carmela Miele ad interim

L’improcedibilità delle deliberazioni non coerenti con il DUP è rilevata dal Direttore Generale, ove nominato, o dal Segretario Generale, che si avvarrà per le proposte di deliberazione a firma della Direzione pianificazione strategica e politiche comunitarie e del Comandante della Polizia Metropolitana, del Dirigente della Direzione pianificazione strategica e politiche comunitarie il quale, a conclusione di tale valutazione, apporrà il proprio visto sulle proposte di deliberazione.
Coadiuva l’Organo di indirizzo politico ed il Direttore Generale nella elaborazione della programmazione strategica e nelle attività di verifica del grado di realizzazione della stessa (controllo strategico).
La struttura è responsabile dell’ istruttoria delle richieste di sostegno economico ad attività culturali, sportive, sociali, ecc.
Supporta il Direttore Generale nell’attività di raccordo e coerenza tecnica tra Piano Strategico/Piano Territoriale/Piano Urbano della Mobilità Sostenibile.
Si occupa dei trasferimenti di risorse derivanti da accordi di collaborazione con altri nti pubblici e relativi al parco progetti dei Comuni, coerenti con il Piano Strategico.
La Direzione supporta il Direttore Generale, ove nominato, o il Segretario Generale, nell’elaborazione della sezione strategica del Documento unico di programmazione in collaborazione con i dirigenti competenti per materia.
Supporta il Direttore Generale nelle attività volte a pervenire all’adozione e all’aggiornamento annuale del Piano strategico triennale del territorio metropolitano avvalendosi della collaborazione dei dirigenti per le rispettive competenze.
La struttura ha il compito di realizzare, con il raccordo del Direttore Generale, ove nominato, o del Segretario Generale, l’analisi della programmazione comunitaria, l’elaborazione di proposte progettuali anche attraverso il recepimento delle istanze provenienti dall’area metropolitana in materia di fondi europei e la gestione dei fondi europei (non di competenza funzionale di altre strutture).
In coerenza con la pianificazione strategica e attraverso il costante confronto con tutte le altre strutture (Aree/Direzioni) competenti nei diversi ambiti d’intervento dell’Ente, coordina e sovrintende all’attuazione delle linee programmatiche fissate dagli Organi d’indirizzo in linea con gli strumenti di programmazione finanziaria.
La Direzione dovrà seguire tutte le fasi dell’implementazione della riforma approvata dal Parlamento con la legge n. 56/2014 affinchè si realizzino benefici per il territorio e per i cittadini.