Agenzia Stampa Città Metropolitana di Napoli

Direttore: Domenico Pennone
Registrazione Tribunale n.2870 del 2.8.1979
In redazione: Giuseppe Schiano
Direzione e Redazione: piazza Matteotti, 1
Telefono: 0815523823
stampa@cittametropolitana.na.it

Agenzia N:092/2021 del: 06/07/2020 ore: 19:06:00

Teatro Trianon stagione 2020-2021, de Magistris: “Ripresa segnale importante, che esprime il grande lavoro fatto per il Teatro e per tutta l’area”

Autore:
SALVATORE DEL GIUDICE
“La ripresa dell’attività del Teatro Trianon Viviani è un segnale molto importante, perché si è lavorato con tanto entusiasmo, a partire dalla presenza di Marisa Laurito che costituisce una figura molto bella e molto forte che viene portata qua, nel cuore di Napoli. In più, è un segnale che si unisce al lavoro che stiamo facendo insieme al Teatro, all’Associazione ‘L’Altra Napoli’, al Comune, alla Municipalità, ai comitati di quartiere, per arrivare presto a un affidamento in cogestione di piazza Calenda, all’utilizzo - a servizio degli spettatori - del parcheggio dell’ex Tribunale di Castel Capuano, e ad una situazione di complessivo decoro di tutta l’area”. Così il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris, è intervenuto alla presentazione della stagione teatrale del Teatro Trianon Viviani 2020 – 2021, la cui proprietà appartiene pro quota alla Regione Campania e alla Città metropolitana, tenutasi questo pomeriggio nella struttura di piazza Calenda.
“Napoli riparte dalla cultura – ha continuato il Sindaco de Magistris - e noi, soprattutto come Città Metropolitana, siamo stati sempre presenti, abbiamo dato sempre il nostro sostegno e continueremo a darlo. Tra l’altro, si tratta di una stagione ricca di eventi che si proietta anche verso l’esterno, in cui il Teatro esce anche dal suo luogo tradizionale”.
“Non è facile fare teatro ai tempi di una pandemia. Questo è il momento del coraggio, che si unisce alla responsabilità: bisogna riprendere la vita – conclude il primo cittadino metropolitano - che è fatta di relazioni sociali che sono, soprattutto, relazioni culturali”.   
  • Condividi