Lavoro agile in Città Metropolitana

Lavoro agile in Città Metropolitana

In questo periodo di emergenza da coronavirus, l’Ente di piazza Matteotti riorganizza la sua struttura amministrativa: smart working per l’85% dei dipendenti, limitati quindial massimo i contatti negli uffici e nei mezzi pubblici ma garantita la piena continuità del funzionamento dei servizi. De Magistris: “Beneficiamo ora del grande lavoro fatto in questi mesi nella direzione del telelavoro. Piena efficienza della macchina persupportare i cittadini nell’emergenza e per essere pronti a ripartire di slancio”

Smart working, pec, email, in alcuni casi anche i cellulari privati dei funzionari: la Città Metropolitana di Napoli riesce nello sforzo di lasciare a casa il più alto numerodei suoi dipendenti, evitando al massimo i contatti negli uffici e sui mezzi pubblici, garantendo al contempo la massima efficienza dei servizi.

Attualmente la macchina amministrativa è riuscita a connettere da casa l’85% del personale - grazie ad un lavoro sullo smart working già avviato in precedenza, cui si è impressa,nelle ultime ore, una forte accelerazione, e che ora sta producendo i suoi frutti - richiedendo la presenza dei propri dipendenti solo nei casi strettamente necessari. In servizio quindi funzionari e agenti del Corpo di Polizia Metropolitana, che stanno ancorauna volta lavorando alacremente per garantire l’ordine e la sicurezza pubblica in questa delicata fase su tutto il territorio metropolitano, i tecnici della sorveglianza stradale, cui spetta il controllo della viabilità sulle arterie di competenza dell’Ente,e altre poche figure nei vari settori: il resto del personale tutto a casa, a lavoro per assicurare il totale funzionamento delle strutture.

Sono state messe a punto le istruzioni e le procedure da seguire – con dei codici VPN - per poter accedere alla rete dell'Ente dal proprio pc e utilizzare in maniera ottimalei sistemi software, i programmi e i file abitualmente utilizzati in ufficio. Pochi clic e l’ufficio è alla scrivania di casa.

“È stato fatto un grande lavoro in questi mesi – ha affermato il Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris - nella direzione della digitalizzazione delle procedure amministrative,ed oggi ne cogliamo i benefici. Abbiamo lavorato freneticamente in queste ore per riuscire a ridurre al massimo la presenza dei dipendenti, ma garantendo la piena efficienza della macchina amministrativa: occorre che la pubblica amministrazione sia il piùpossibile vicina ai cittadini in questo momento difficile, ma continuare a lavorare oggi a pieno regime è necessario per non accumulare ritardi in modo da farci trovare pronti quando questa emergenza sarà finita e dovremo ripartire di slancio per risollevarcida una situazione economica che diviene complicata”.

Per quanto riguarda le attività che prevedono contatti con terzi, nel settore Trasporti, fino al termine dell’emergenza coronavirus, gli uffici normalmente aperti al pubblico (autoscuole, scuole nautiche, studi di consulenza automobilistica, autotrasporto merci in conto proprio, esami per l’idoneità professionale, centri di revisione e TPL), continueranno a svolgere il proprio lavoro in modalità telematica. L’invio delle istanzepuò continuare ad essere effettuato attraverso la posta certificata dell’Ente all’indirizzo  cittametropolitana.na@pec.it, mentre per chiarimenti è possibili rivolgersi agli indirizzi email presenti nelle rispettive sezioni del portale  www.cittametropolitana.na.it.

Nel servizio Scuole, continua tutta l’attività sia per quanto riguarda l’edilizia scolastica, i cui cantieri non si fermano, che il servizio di supporto agli Istituti. Le proceduresaranno gestite telematicamente, i pagamenti per stato di avanzamento lavori (SAL) avverranno attraverso posta certificata, le imprese potranno contattare i responsabili dei lavori attraverso mail o cellulare.

Per la Direzione Strade, garantito il servizio di sorveglianza e tutto il supporto amministrativo alle imprese, anche se alcune di esse hanno chiesto di poter interrompere temporaneamentei lavori perché impossibilitate a far rispettare tutte le misure di sicurezza imposte dalle recenti disposizioni normative.

Gestione in smart working anche per quanto riguarda le pratiche ambientali, settore nel quale sarà garantita sempre la presenza fisica del personale, anche se in misura strettamentenecessaria.

Il protocollo generale dell’Ente resta aperto per tutta la corrispondenza con esclusione di quella cartacea consegnata a mano. Quindi nessun contatto diretto. I cittadini sonoraccomandati di utilizzare la posta elettronica, certificata e non. Altamente sconsigliato anche l’utilizzo della posta cartacea, sia perché prevede dei costi sia perché, ancor di più, impone spostamenti non necessari e quindi vietati.

L’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico garantisce il proprio servizio attraverso varie funzionalità on line: nella sezione ‘news’ del sito istituzionale tutte le indicazionisu come segnalare problemi o disservizi su strade, viabilità e scuole, richiedere informazioni, appuntamenti, servizi.

“Stiamo compiendo il massimo sforzo. Desidero per questo – ha concluso il Sindaco de Magistris - ringraziare il Direttore Generale, i Dirigenti e tutte le donne e gli uominiche lavorano alla Città Metropolitana per il grande impegno che stanno profondendo, spesso ben oltre il normale orario di lavoro, così come Rosario Ragosta, per la cura messa nel far decollare questi servizi on line fino a quando è stato Consigliere Delegatoall’Informatizzazione dell’Ente. È un grande lavoro di squadra, la Città Metropolitana c’è ed è vicina ai cittadini ancor più in questo momento difficile”.




  • Condividi

News correlate