Città metropolitana di Napoli

Approvate le articolazioni delle direttrici del Piano Strategico Metropolitano

Approvate le articolazioni delle direttrici del Piano Strategico Metropolitano

Data Evento : 19/06/2019

Il “Piano Strategico Metropolitano” è il principale atto di indirizzo dell’Ente, per l'esercizio delle funzioni dei Comuni, fissa le azioni tese a definire l’orizzonte identitario e di crescita dell’area metropolitana al fine di migliorare le condizioni di vita, di salute, di relazioni e di benessere dei cittadini.

Il Consiglio Metropolitano ha approvato le linee di indirizzo del Piano Strategico, prevedendo due direttrici di intervento:

a) sviluppo economico e sociale del territorio

b) incremento della qualità della vita tramite la salvaguardia dell’ambiente

 

Il Piano sarà finanziato utilizzando l’avanzo di bilancio, reso disponibile dalle nuove norme in materia di finanza locale, che è di € 388.172.167.

Già nel corso del 2018 sono stati messi a disposizione dei Comuni dell’area metropolitana 32.000.000 per interventi nel campo della raccolte dei rifiuti e per interventi di ripiantumazione di alberi. Sono stati anche destinati 14.000.000 per interventi sulla rete viaria e circa 15.000.000 per interventi sugli edifici scolastici.

La Città Metropolitana intende proseguire l’azione già intrapresa di attuazione di un processo di sviluppo complessivo di lungo periodo sotto il profilo economico, sociale e ambientale della comunità metropolitana in collaborazione con gli enti locali, destinando apposite risorse economiche a progetti compatibili con le due direttrici previste dalle linee di indirizzo del Piano Strategico.

Pertanto le due direttrici saranno così articolate:

Direttrice A - Sviluppo economico e sociale del territorio

Asse a.1 - Cultura come sviluppo Valorizzare il patrimonio culturale quale bene comune e attrattore turistico

Asse a.2 - Scuole presidio di legalità ed integrazione Rendere la scuola luogo sicuro di di apprendimento, dove sviluppare inclusione sociale e integrazione multietnica

Asse a.3 - Autostrade digitali Sviluppare l’innovazione amministrativa costruendo infrastrutture digitali, promuovendo la gestione dei servizi in forma associata, la semplificazione e gli open data

 

Direttrice b) - incremento della qualità della vita tramite la salvaguardia dell’ambiente

Asse b.1 - Consumo di suolo Zero Pianificare il territorio metropolitano per la salvaguardia e valorizzazione delle risorse

Asse b.2 - Città vivibili Incrementare la resilienza urbana agendo su una gestione consapevole delle risorse, rinnovando il ciclo dei rifiuti e sostenendo un adattamento ai cambiamenti climatici attraverso la salvaguardia e valorizzazione delle aree verdi, la bioclimatizzazione edilizia e l’efficientamento energetico

Asse b.3 - Città sicure Contrastare il dissesto idrogeologico delle coste e degli abitati costieri, garantire misure di protezione civile

Il criterio per l’attribuzione delle risorse ai Comuni per gli interventi prevede un importo massimo di 100euro per abitante.

“Questo è un ulteriore e importante passo sulla strada dell’attuazione del Piano Strategico Metropolitano – ha affermato il sindaco de Magistris. Questo piano lo stiamo realizzando con la diretta partecipazione dei Comuni cui affideremo buona parte delle risorse disponibili per finanziare progetti che saranno gestiti direttamente dalle Amministrazioni locali”.

“Già nei mesi scorsi si sono svolti, in uno spirito di leale collaborazione, incontri con gli amministratori dei 92 Comuni e, in tavoli tematici, con i rappresentanti di numerose associazioni ed istituzioni culturali ed economiche”.

“Vogliamo – ha concluso de Magistris - che questo importante intervento veda la partecipazione sostanziale di tutte le Istituzioni e le comunità dell’Area Metropolitana”