Città metropolitana di Napoli

Itinerari d’arte nell’area del Miglio d’Oro alla Reggia di Portici

Itinerari d’arte nell’area del Miglio d’Oro alla Reggia di Portici

Data Evento : 18/05/2019

Itinerari d’arte nell’area del Miglio d’Oro": i Licei musicali e coreutici tra storia, identità e territorio”: è questo il tema dell’iniziativa promossa dalla Città Metropolitana di Napoli in programma domani, sabato 18 maggio, dalle ore 9, che vedrà l’esibizione degli allievi dei licei musicali provenienti dall’area metropolitana, dalla Campania e dal resto d’Italia in uno scenario altamente suggestivo quale quello del Galoppatoio del Parco Inferiore della Reggia di Portici.

La manifestazione costituirà anche l’occasione per presentare la prima edizione del Premio Nazionale “Città Metropolitana di Napoli”

Oltre alle orchestre di fiati e di plettri (chitarre e mandolini) composte dagli allievi degli istituti partenopei, si esibiranno le orchestre e i cori dei Licei musicali “Alfano I” di Salerno e “Agostino Nifo” di Sessa Aurunca, mentre da fuori regione faranno vibrare i loro strumenti nella splendida  cornice del Palazzo borbonico gli alunni del “Veronica Gambara” di Brescia, del “Lucrezia della Valle” di Cosenza, del “Regina Margherita” di Palermo e dell’“Archita” di Taranto, in una simbolica unione tra il nord, il sud, l’est e l’ovest del Paese.

La manifestazione costituirà anche l’occasione per annunciare il compositore al quale sarà dedicata la prima edizione del Premio Nazionale “Città Metropolitana di Napoli” che coinvolgerà tutti gli istituti musicali e coreutici d’Italia nell’anno scolastico 2019-2020.

L’iniziativa è promossa dal Consigliere Metropolitano Delegato in materia di Valorizzazione dei Teatri, realizzazione del Polo Museale del Miglio d’Oro e Parco Nazionale del Vesuvio, Michele Maddaloni, e vedrà la partecipazione del Vice Sindaco Metropolitano, Francesco Iovino, di altri Consiglieri Metropolitani, del Coordinatore della Rete nazionale dei Licei musicali e coreutici, Aluisi Tosolini, e di rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.