Città metropolitana di Napoli

Patrimoni dell’umanità riconosciuti dall’UNESCO

Data di pubblicazione:
22 lug 2015 - 00:00:00

foto Pompei

Un protocollo d'intesa tra la Città metropolitana ed i Comuni di Napoli, Ercolano, Pompei e Torre Annunziata per la gestione integrata e coordinata delle attività di promozione e valorizzazione dei siti "Patrimonio dell'umanità" riconosciuti dall'UNESCO.

L'istituzione della Città Metropolitana, di cui il Centro storico del Comune di Napoli è il cuore culturale, rende attuale l'integrazione del Sito UNESCO di Napoli nel più ampio sistema che compone il paesaggio urbano e storico del territorio provinciale di Napoli;

In questo quadro il sistema dei Siti UNESCO della provincia di Napoli deve essere soggetto unitario di attenzione, da indagare e valorizzare anche nella ricchezza delle sue differenze, come struttura aggregante anche di tutti quei siti storici e paesaggistici che costituiscono un patrimonio fondamentale su cui costruire e riorganizzare la Città Metropolitana;

La Città Metropolitana, quale "metropoli glocale europea", intende combattere con la cultura, che è anche cultura istituzionale, la disoccupazione, la delinquenza, l'abuso del territorio, attraverso una chiara strategia per la difesa delle politiche per il lavoro, il welfare, la sicurezza abitativa ed insediativa, la bonifica dei territori e la valorizzazione delle produzioni tipiche e/o di eccellenza;

L'Ente vuole promuovere l'aggregazione della straordinaria pluralità di enti e soggetti, che, a diverso titolo, sono proprietari, concessionari o comunque gestori di larga parte del patrimonio di maggior pregio, al fine di istituire un sistema coordinato dei musei, dei siti archeologici, delle biblioteche e di tutti i giacimenti culturali della Città Metropolitana di Napoli, per evidenziare lo straordinario valore del territorio e della sua storia;

I siti di Napoli, Pompei, Ercolano, e Torre Annunziata coincidono con il cuore del tessuto storico, funzionale e direzionale della Città Metropolitana, per cui è opportuno istituire una rete di relazioni, materiali ed immateriali, volte alla riconoscibilità del carattere unitario di tali siti metropolitani, nonché un più ampio sistema interattivo di articolate relazioni con le altre risorse del territorio di riferimento, comprese quelle umane e sociali, che rafforzi l'azione di conoscenza, conservazione e valorizzazione delle risorse di carattere archeologico, storico, culturale e ambientale e potenzi il sistema dei servizi per l'accessibilità e l'accoglienza, anche generando un reale volano per la crescita economica di questi territori e del sistema delle imprese e del turismo.