Città metropolitana di Napoli

Politiche Comunitarie

Data di pubblicazione:
02 feb 2016 - 00:00:00

A-FUNZIONI

1-  fornire agli utenti  ed ai vari attori locali la conoscenza dei regolamenti e della normativa dei fondi strutturali, nonchè dei programmi di coesione finanziati da risorse nazionali  come opportunità di crescita dei territori locali nell'ottica della programmazione unitaria;

2-  diffondere la conoscenza dell'impianto della programmazione comunitaria 14-20  e dei relativi strumenti  al fine di ottimizzare la   progettazione e l'attuazione degli interventi ,con particolare riferimento agli ambiti di interesse dalla città metropolitana;

3- intrattenere in via sistematica i rapporti con i competenti uffici regionali ,centrali e comunitari nonchè con altre istituzioni ed enti deputate all'attuazione delle politiche comunitarie, allo scopo di valorizzare al massimo  il ruolo della CM nei processi di sviluppo locale;

4-  rivestire una funzione di coordinamento/assistenza tecnica per gli  interventi ammissibili a finanziamento comunitario a favore della Città Metropolitana e dei  Comuni , organismi e/o Enti da essi partecipati;

5-  provvedere al supporto tecnico degli  uffici dell'Ente dalla fase della  candidatura dei progetti ai vari "step" dell'attuazione   , ivi  compresi le procedure  di  controllo e rendicontazione  previsti dai  sistemi di controllo e gestione dei singoli Programmi , anche promuovendo specifica offerta formativa sui temi della programmazione 14-20;

6-  favorire  la condivisione delle strategie di sviluppo locale dell'Ente e dei Comuni ad esso appartenenti da parte del Partenariato economico- sociale e scientifico più rappresentativo;

ATTIVITA' PRINCIPALI

1-esame dei documenti dei Programmi Operativi Regionali e Nazionali 14-20 nonché dei principali relativi regolamenti e decreti attuativi al fine di individuare le aree tematiche di maggiore interesse per l'Ente ;

2-coordinamento di un tavolo tecnico con i referenti degli Uffici / Comuni al fine di ottimizzare  il confronto con i centri decisori a livello regionale , nazionale  e comunitario anche attraverso il lavoro del Board della Città Metropolitana per la Programmazione 14-20 istituito con Decreto Sindacale 383/15 ;

3- interlocuzione costante con i referenti degli uffici al fine di assicurare lo svolgimento dei compiti di cui al punto A3;

4- attivazione di un Tavolo del Partenariato della Città Metropolitana con cadenza sistematica avente tra l'altro anche  compiti di verifica dell‘efficacia della Programmazione.

5-  promozione e partecipazione ad attività seminariali , eventi di sensibilizzazione pubblici e privati anche internazionali , creazione di network nazionali ed internazionali finalizzati alla maggiore conoscenza dei temi e delle strategie dello sviluppo locale.

Approfondimenti:

Ministero dello Sviluppo Economico  

Commissione Europea