Contenuto Web

Costruzione di nuove scuole superiori

La Città Metropolitana ha presentato alla Regione Campania 19 progetti per la costruzione di nuove scuole superiori, per l’ampliamento e per l’adeguamento sismico di quelle esistenti per un importo complessivo di 72 milioni di euro.
Questo atto, che fa seguito a un’apposita delibera approvata dal Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris, rientra nell’ambito dell’avviso pubblico per la formazione del Piano Triennale di Edilizia Scolastica 2018-2020 che la Regione Campania si appresta a varare.

Per quanto riguarda il settore delle nuove costruzioni, la Città Metropolitana ha chiesto di finanziare, con specifici progetti, la realizzazione di un nuovo edificio scolastico a Ischia per un importo di 6,9 milioni di euro, di uno a San Gennaro Vesuviano per 8,3 milioni, di uno a Terzigno per 10,8 milioni e uno in via Siepe Nuova a Frattamaggiore per 9 milioni, cui si aggiunge il progetto per la costruzione di una seconda palestra per il nuovo edificio scolastico nell’area “Ex Capalc” di via Terracina a Napoli.

I finanziamenti per ampliamento delle strutture esistenti riguardano invece l’ISIS “Colombo” di Marigliano per 3,5 milioni di euro, l’Istituto Superiore di Cardito per 3 milioni e il “Kant” di Melito per 4 milioni e mezzo. 
Adeguamento sismico invece per il “Mattei” di Casamicciola, con una richiesta di 5,1 milioni di euro, per il “Sannino – De Cillis” di Napoli per 3,6 milioni, il “Maiorana” di Somma Vesuviana per 2,9, il “Caracciolo – Da Procida” di via Principe Umberto a Procida per 2,8 milioni, mentre 2,5 milioni e mezzo sono stati chiesti per il miglioramento sismico e l’adeguamento impiantistico della succursale dell’ISIS “Falcone di Pozzuoli, da destinare a plesso laboratori a servizio dell’Istituto Agrario.
Di 3 milioni e 200mila euro lo stanziamento richiesto, invece, per i lavori di abbattimento e ricostruzione della palazzina laboratori interna al plesso di via Arco Mirelli a Napoli utilizzato dall’ISIS “Pagano – Bernini” e per la ristrutturazione della palazzina storica e degli spazi esterni, mentre 1,2 milioni serviranno per l’adeguamento alle norme antincendio del Convitto “Vittorio Emanuele di piazza Dante, sempre nel capoluogo.

“Da quando sono diventato Sindaco della Città Metropolitana – ha affermato de Magistris – abbiamo messo in campo, con grande sforzo e assumendocene tutte le responsabilità, il più imponente intervento nel settore dell’edilizia scolastica dai tempi del dopo terremoto. Abbiamo interpretato costituzionalmente norme, abbiamo reperito e sbloccato risorse ferme da anni presso vari Ministeri. L’auspicio è che ora anche la Regione Campania faccia la sua parte, finanziando i progetti da noi presentati per consentire ai nostri studenti di godere delle migliori infrastrutture per la loro formazione, perché quella che li attende è una sfida difficile nel mondo del lavoro che devono poter affrontare con un bagaglio di competenze e di esperienze di prim’ordine”.

“Abbiamo svolto un lavoro intenso e proficuo con gli uffici della Città Metropolitana e della Regione Campania – ha sottolineato il Consigliere Metropolitano Delegato all’Edilizia Scolastica, Domenico Marrazzo – che ci ha consentito di mettere a punto 19 grandi progetti infrastrutturali che siamo fiduciosi possano tutti trovare, nell’ambito della capacità finanziaria regionale o metropolitana stessa, adeguate risorse per la loro realizzazione. Mi preme segnalare, altresì, che con queste proposte l’amministrazione guidata dal Sindaco de Magistris dimostra attenzione per tutto il territorio: su 72 milioni, infatti, 11 sono previsti per scuole che insistono nella città di Napoli mentre ben 61 per strutture dei comuni dell’area metropolitana”.