Città metropolitana di Napoli

Documenti Pon Metro

Ultimo aggiornamento:
12/07/2018

Sintesi  Pon Metro

 

Con decisione della Commissione Europea C (2015) 4998 del 14 luglio 2015, è stato approvato il Programma Operativo Nazionale “Città Metropolitane” (PON METRO) che individua l’Agenzia per la Coesione Territoriale quale Autorità di Gestione, ai sensi dell’articolo 123 del Regolamento (UE) n. 1303/2013, prevedendo altresì la delega delle funzioni di Organismo Intermedio alle Autorità Urbane indicate dal Programma.

In coerenza con quanto stabilito dall’art. 7.4 del Reg. UE 1301/2013 ed incorporato nella declinazione strategica dell’Agenda urbana nazionale dell’AP, il Programma individua il Sindaco del Comune capoluogo come Autorità urbana - come definita ai sensi dell’art. 7 del Reg. (UE) 1301/2013 - e Organismo intermedio, perché in grado di ottemperare alle normative di sana e buona gestione finanziaria, con comprovata esperienza e competenza amministrativa nel governo del territorio e nella gestione di investimenti pubblici.

Con Delibera di Giunta Comunale n. 401/2016 è stato individuato quale Responsabile dell’Organismo Intermedio del PON Metro Città di Napoli il Direttore Generale pro tempore del Comune di Napoli, sulla base della Convenzione stipulata in data 1 giugno 2016 con l’Agenzia per la Coesione Territoriale - Autorità di Gestione del citato PON – relativamente all’attuazione degli interventi di sviluppo urbano sostenibile previsti dagli Assi e dagli Obiettivi specifici.

 

In data 10.03.17 è stata sottoscritta la Convenzione tra Comune di Napoli e Città Metropolitana per il Patto per la Città di Napoli che prevede all’art.5 che il Comune di Napoli “ per l’efficace attuazione degli interventi in materia di agenda digitale a valere sulle risorse del PON Metro 14-20 si sarebbe avvalsa della Città Metropolitana di Napoli”individuando, pertanto, quale interesse comune il rafforzamento della capacità delle Amministrazioni dell’area metropolitana di utilizzo di soluzioni tecnologiche avanzate.
 

Infatti il “Piano Operativo della Città di Napoli”, di cui alle previsioni dell’art. 5 della Convenzione sottoscritta con l’Agenzia per la Coesione Territoriale – Autorità di Gestione del PON Metro, prevede alcuni interventi in ambito digitale che rivestono una rilevanza sovra comunale, mirando ad accrescere il livello complessivo dei servizi digitali erogati ai cittadini ed alle imprese dell’area metropolitana.
 

Pertanto al fine di coordinare il processo di attuazione della Strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile della città di Napoli, è stata costituita con disposizione n.24/2017 del Direttore Generale del Comune di Napoli una Cabina di regia del PON Metro Città di Napoli, della quale fa parte la Città Metropolitana di Napoli insieme ai Comuni dell’area metropolitana e gli stakeholders.
 

Con Delibera di Giunta Comunale n. 530 del 28.09.17 , trasmessa alla Città Metropolitana con nota del 11/10/17 Prot. 775352 è stato approvato uno schema di Accordo Istituzionale Comune di Napoli -Città Metropolitana relativamente all’attuazione di alcuni interventi in materia di agenda digitale urbana previsti all’art 4 dell’Accordo medesimo .

 

Con Deliberazione Sindacale n.251 del 10.11.2017 la Città Metropolitana ha proceduto alla Presa d’atto della citata Delibera di Giunta Comunale autorizzando il Direttore Generale pro tempore alla sottoscrizione.
 

L’Agenda Digitale è un 'ambito tematico trasversale, prioritario per le strategie dell'Ente, nel quale attivare le massime sinergie tra i vari programmi finanziati dai fondi comunitari e nazionali tra cui in primis Pon Metro ,Pon Governance, Patto per la Città di Napoli.

 

Non a caso i progetti di cui all’art 4 risultano pienamente coerenti con le finalità dell’Agenda Digitale europea ed italiana, della programmazione comunitaria, nazionale e regionale 14-20, del Codice dell’Amministrazione Digitale e delle Città metropolitane in quanto volti a implementare la semplificazione amministrativa nonché l’ampliamento e l'accesso ai servizi digitali erogati dalla PA al fine di accrescere l'efficacia e l’efficienza dei procedimenti amministrativi.