Città metropolitana di Napoli

AREA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, URBANISTICA, SVILUPPO, VALORIZZAZIONE E TUTELA AMBIENTALE

Data di pubblicazione:
04 nov 2016 - 00:00:00

AREA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, URBANISTICA, SVILUPPO, VALORIZZAZIONE E TUTELA AMBIENTALE
Coordinatore: dott. Ariete Giacomo

Direzione Pianificazione Territoriale – Urbanistica – affidata al coordinatore
Dirigente: dott. Ariete Giacomo

Predispone il Piano Territoriale di Coordinamento, formula pareri in materia di Piani Urbanistici Atttuativi (P.U.A.) e Piani Urbanistici Comunali (P.U.C.), e gestisce il Sistema Informativo Territoriale (S.I.T.). Alla Direzione sono assegnate le competenze in materia di protezione civile, compresa la gestione delle risorse strumentali della protezione civile che, nel previgente assetto organizzativo, erano di competenza del Corpo di Polizia Provinciale. Provvede alla predisposizione del Piano Territoriale di Emergenza


Direzione  Ambiente, Sviluppo del territorio, Sanzioni
Dirigente: ing. Celano Maria Teresa Anna

Ha la competenza in materia di tutela ambientale con particolare riferimento all’Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.), alla gestione del ciclo integrato dei rifiuti solidi urbani, alla tutela dell’acqua (gestione demanio idrico), dell’aria (controllo sugli impianti termici) e del suolo (tutela delle coste), promozione delle fonti di energia alternativa (installazioni impianti fotovoltaici). Alla Direzione sono affidate le competenze dell’Ente in materia di industria, commercio, artigianato e forestazione. Alla Direzione è affidata, altresì,:
- la gestione dei procedimenti di irrogazione di sanzioni amministrative pecuniarie conseguenti a verbali di contestazione elevati dagli organi di polizia per violazioni della normativa in materia ambientale recata dal d.lgs. n. 152/2006 e dalle altre normative di settore;
- la gestione dei procedimenti amministrativi sanzionatori per tardiva od omessa presentazione del modello unico dichiarazione ambientale (MUD);
- la gestione degli adempimenti connessi alla costituzione in giudizio dell’Ente in caso di opposizione all’ordinanza –ingiunzione;
- la predisposizione dei piani di rateizzazione delle sanzioni pecuniarie irrogate;
- l’iscrizione a ruolo per la riscossione delle sanzioni non pagate;
- la gestione dei procedimenti collegati all’irrogazione delle sanzioni ittiche e venatorie ( gestione stralcio delle relative funzioni trasferite alla Regione per effetto del trasferimento di funzioni ) e di quelle derivanti dalla vigilanza sulle attività di motorizzazione civile. Le ulteriori competenze della Direzione, ai sensi della legge 56/14, vengono individuate nell’ambito del piano strategico metropolitano

 

 

 

 

Vota la pagina

Media (1 Voto)