Contenuto Web

Agenzia N:132/2018 del: 19/12/2018 ore: 15:53:00

Titolo:TRASPORTI; CTP IL SINDACO METROPOLITANO APPROVA UN ATTO D’INDIRIZZO PER IL RISANAMENTO DELL’AZIENDA
Autore:
GIUSEPPE SCHIANO

 Il sindaco metropolitano, Luigi de Magistris, ha approvato oggi una delibera contenente un “Atto di indirizoo” sulle prospettive dell’azienda C.T.P.nel triennio 2019-2021.

 La Compagnia Trasporti Pubblici S.p.A. partecipata al 100% dalla Città Metropolitana di Napoli, ha vissuto in questi ultimi anni, come la maggior parte delle società di trasporto locale, gravi difficoltà finanziarie e gestionali che hanno in molti momenti reso difficile la mobilità in zone dell’hinterland napoletano e fatto vivere ai dipendenti della società momenti di forte disagio.

La Città Metropolitana per garantire il prosieguo del servizio ha già provveduto, nei mesi scorsi,  allo stanziamento di 8.361.000 euro per il ripiano delle perdite previste per quest’anno. Successivamente questo stanziamento, visto il perdurare della crisi aziendale, è stato ulteriormente integrato con altri 4.200.000 euro.

 

Con quest’”Atto d’indirizzo” e sulla base del Piano industriale 2019-2021 presentati all’Ente ed in attesa di approvazione e dopo la formulazione di un Piano di risanamento che contempli il raggiungimento, entro 3 anni dell’equilibrio finanziario della società, si prospetta l’avvio delle procedure per la ricapitalizzazione della società e per un trasferimento straordinario di risorse.

In questo quadro si invita l’amministratore Unico di C.T.P. di procedere in tempi brevi al compimento di ogni atto utile per salvaguardare le prospettive aziendali per il prossimo triennio.

 “E’ un ulteriore impegno che la Città Metropolitana si assume per garantire continuità e gettare le basi per un sostanziale miglioramento di una importante parte del trasporto pubblico napoletano, Così il sindaco de Magistris ha commentato l’approvazione dell’atto d’indirizzo.  “Se tutti faranno la propria parte – ha concluso - si potrà iniziare a scrivere una nuova pagina nella tormentata vicenda del C.T.P.”