Città metropolitana di Napoli

News correlate

Finanziamenti diretti ai Comuni della Città Metropolitana di Napol

Finanziamenti diretti ai Comuni della Città Metropolitana di Napol

Trentadue milioni per la concessione di finanziamenti diretti ai Comuni della Città Metropolitana di Napoli per la salvaguardia dell’ambiente e del territorio, in particolare per quel che riguarda una gestione ottimale del ciclo dei rifiuti e il contrasto al dissesto idrogeologico. È quanto prevede una delibera approvata dal Consiglio Metropolitano di Napoli nel corso della seduta tenutasi nella giornata di ieri e terminata in tarda serata.

Con questo atto, la Città Metropolitana dispone l’assegnazione ai Comuni - attraverso appositi Avvisi pubblici e sulla base del numero dei residenti nel relativo territorio - di 32 milioni di fondi liberi dell’avanzo di amministrazione per la realizzazione, l’ampliamento e il miglioramento delle dotazioni e della tecnologia dei Centri di Raccolta a supporto della raccolta differenziata dei rifiuti urbani (8,5 milioni), per l’acquisto di macchine spazzatrici, automezzi e attrezzature per il miglioramento della raccolta differenziata (8,5 mln) e per la messa in opera di interventi straordinari di ripiantumazione delle alberature (15 milioni).
Nello stesso ambito, il Consiglio ha previsto lo stanziamento di 500mila euro per la manutenzione di versanti e pareti rocciose e di 545mila per quella di litorali e scogliere lungo la costa della Città Metropolitana, mentre 700mila euro sono stati destinati a opere di riconfigurazione delle scogliere, di rifacimento dei manufatti e di ripascimento del lungomare nel comune di Lacco Ameno.

L’Assemblea di Santa Maria la Nova ha dato il via libera, inoltre, alla ratifica di diverse deliberazioni del Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris, relative a variazioni del Bilancio di previsione 2018-2020.
In particolare, una delle delibere approvate riguarda lo stanziamento di 175mila euro per verifiche strutturali e il consolidamento del viadotto sulla strada regionale ex SS87 NC “Sannitica”; un’altra inerisce al finanziamento di 12 interventi per lavori di manutenzione straordinaria (sistemazione rete viaria, ripavimentazione, riqualificazione) sulla rete stradale di competenza della Città Metropolitana di Napoli, per un ammontare complessivo di 14 milioni e 271mila euro.
Un’altra variazione ratificata è relativa al finanziamento di vari interventi di edilizia scolastica presso gli istituti di competenza dell’Ente per 15 milioni di euro.

Sul fronte teatri, il Consiglio ha detto sì al finanziamento a favore della Fondazione Teatro di San Carlo di Napoli per 2 milioni e 293 mila euro e a quello a favore del Mercadante per 700mila euro.
Via libera definitivo dell’Assise anche alla delibera che prevede lo stanziamento di 300mila euro per la concessione di finanziamenti diretti ai Comuni dell’area metropolitana nel cui territorio insistono impianti di trattamento dei rifiuti, per l’acquisto di sistemi di videosorveglianza da installare all’esterno dei siti in modo che gli stessi Comuni possano contribuire direttamente ad un maggior controllo perimetrale.

Confermato, altresì, lo stanziamento di 4 milioni e 200mila euro per l’incremento dei fondi previsti per il ripiano delle perdite della società Compagnia Trasporti Pubblici Napoli S.p.A. (CTP).
Il Consiglio ha poi preso atto del trasferimento ope legis della proprietà dei beni immobili adibiti a Centri per l’impiego dalla Città Metropolitana alla Regione Campania e dello schema di accordo di programma tra l’Ente di Santa Lucia, la Città Metropolitana e la S.A.P.NA..

In chiusura di seduta, l’Assemblea ha riconosciuto la legittimità di diversi debiti fuori bilancio.
All’inizio dei lavori, il Consiglio Metropolitano di Napoli aveva approvato le "Linee di indirizzo per la predisposizione del Piano Strategico metropolitano triennale e identificazione delle Zone Omogenee".